Rifare il bagno: lavori e costi

Blog Italgres Outlet  

11 Gennaio 2022

Rifare il bagno: lavori e costi

Rifare il bagno comporta una serie di interventi che consentono di rinnovare gli spazi, lo stile e gli elementi di arredo. Di seguito avremo modo di approfondire questo argomento, valutando la tipologia dei lavori che si possono eseguire nella ristrutturazione di un bagno e quali costi questi comportano.

Rifare il bagno: quali lavori?

Si fa presto a dire voglio rinnovare il bagno: ma dove iniziare, quali sono le parti su cui è necessario intervenire e quanto dobbiamo stravolgere la situazione attuale per ottenere un bagno moderno?

Innanzitutto, quando decidiamo di rifare il bagno dobbiamo valutare quale risultato vorremmo ottenere. Vediamo i casi che potrebbero presentarsi.

Rifare il bagno

Lavori di rinnovamento estetico

Se non intendiamo cambiare la disposizione degli elementi e degli spazi, rinnovare gli impianti, ma solo dare un nuovo look, in base alle tendenze del momento. In questo caso, per rifare il bagno possiamo intervenire sui pavimenti, sui rivestimenti e sugli elementi che compongono il bagno.

Un pavimento moderno e con prestazioni tecniche superiori a qualunque altro materiale, lo possiamo realizzare con delle lastre in gres porcellanato. Con i moderni processi produttivi (spesso ad impatto ambientale pari a zero), possiamo avere lastre con ogni tipologia di effetto: dal marmo, al legno. Soluzioni estetiche ideali per qualunque stile si voglia conferire al bagno.

Lo stesso discorso vale per il rivestimento delle pareti, che possiamo scegliere della stessa tipologia della pavimentazione o creare un contrasto armonioso.

Infine, possiamo agire sugli elementi che rendono funzionale un bagno:

  • i sanitari
  • il lavabo
  • la doccia/vasca

Con la sostituzione del pavimento, del rivestimento delle pareti e degli elementi, possiamo rinnovare totalmente l’aspetto estetico di un bagno e dargli il look che meglio ci rappresenta.

Lavori di rifacimento impianti

Tuttavia, non sempre per rifare un bagno è sufficiente intervenire su ciò che si vede. Ma anzi, spesso è necessario mettere mano agli impianti.

La ristrutturazione può riguardare i seguenti impianti:

  • Idraulico. Soprattutto se lo stabile è vecchio e se le perdite non posso essere riparate senza un intervento invasivo.
  • Elettrico. Se non è a norma o se non è confacente alle moderne esigenze quotidiane.
  • Riscaldamento. Per dotare anche la stanza del bagno di un sistema efficiente, collegato al resto della casa.

Lavori di redistribuzione degli spazi

Per rendere più fruibile il bagno, per ampliare o ridurre gli spazi, talvolta è necessario intervenire con lavori di demolizione o realizzazione di opere murarie.

Nei lavori per rifare il bagno, può essere necessario anche intervenire sugli infissi, magari creando una finestra o ampliandone la luce. Oppure rivedere la porta interna, in dimensioni o sistema di apertura, ad esempio da porta ad anta battente a porta a scomparsa o a scrigno, e viceversa.

Piastrelle effetto metallo

Quanto costa rifare il bagno?

Non possiamo valutare a pacchetto il costo del rifacimento bagno, poiché gli interventi possono essere diversi e sul preventivo finale possono influire numerose variabili.

Ad esempio, se parliamo di pavimenti e rivestimenti di un bagno è bene precisare che il costo è strettamente legato alle tipologie di materiali che si utilizzano e al lavoro di posa che richiede. Lo stesso dicasi per i sanitari e gli altri elementi, il costo dei quali dipende dal modello scelto.

Inoltre, in base ai lavori da realizzare è possibile ottenere anche sconti o prezzi di realizzazione vantaggiosi da parte dell’impresa esecutrice.

Ad ogni modo, di seguito riportiamo i costi che si possono sostenere per ogni singolo intervento.

Rifare il bagno: costi

C’è da tenere presente che prima di procedere con l’affidamento del lavoro ad un’impresa è bene consultare un tecnico a cui affidare l’incarico della progettazione dell’intervento. Una volta messo su carta un progetto per rifare il bagno, e ottenuta una stima dei costi da sostenere, possiamo consultare le imprese per un preventivo. Parliamo al plurale, poiché è bene confrontare almeno 3 preventivi diversi.

Demolizioni

Pareti in muratura

20 – 30 €/m²

Il costo della demolizione dipende dal passaggio o meno di impianti, e dal materiale con cui sono realizzate.

Pareti in cartongesso

15 – 20 €/m²

Pavimento

15 – 30 €/m²

Il costo dipende dalla profondità dell’intervento. Ovvero, se oltre alla finitura dobbiamo rimuovere anche il massetto. Per risparmiare, in caso di sostituzione delle sole piastrelle, possiamo optare per la posa in sovrapposizione di lastre in gres sottile. Si tratta di una soluzione che ci consente di risparmiare in manodopera in quanto non è necessaria la demolizione.

Opere murarie

Tramezzo

30 – 50 €/m²

Dipende dal materiale utilizzato.

Impianti

Idrico

20 – 25 €/m²

Il costo per la nuova installazione dipende da diversi fattori. Può essere una semplice sostituzione di vecchie parti in un bagno esistente. Oppure, la creazione ex novo di un bagno che prevede dunque il collegamento degli scarichi e dell’adduzione idrica, che può essere più o meno complessa.

Elettrico

20 – 35 €/m²

In questo caso dipende se si tratta di un semplice adeguamento alla normativa vigente, o di una completa installazione.

Riscaldamento a pavimento

70 – 90 €/m²

Una soluzione che sta trovando un impiego sempre più diffuso, grazie anche alle detrazioni fiscali di cui si può beneficiare.

Pavimenti e rivestimenti

Posa piastrelle

20 – 40 €/m²

Dipende dal tipo di lavorazione che le piastrelle richiedono in cantiere (taglio, smusso, ecc.), e dalla complessità del tipo di posa che i piastrellisti devono eseguire.

Piastrelle

7 – 130 €/m²

In base alla tipologia del manufatto e alla classe di scelta del materiale.

Finitura

Tinteggiatura

15 – 20 €/m²


Rasatura

7 – 15 €/m²


Elementi bagno

Installazione Sanitari

a pavimento 50 €/cad

sospesi 80 €/cad


Sanitari

50 – 600 €/cad

Dipende dalla qualità, dal brand, dal design, ecc.. Gli elementi sospesi hanno un costo superiore.

Progettista

Oltre ai costi visti sinora per rifare il bagno, al nostro budget dobbiamo aggiungere anche la parcella del tecnico per la progettazione e la direzione dei lavori. Il compenso del tecnico si calcola in percentuale, rispetto al costo totale dell’intervento edilizio.

Progettazione

2% – 6%

 

Direzione lavori

2% – 6%


Conclusioni

Come abbiamo visto, i costi per rifare il bagno sono fortemente legati alla profondità dell’intervento, che si deve eseguire per ottenere il risultato desiderato. Inoltre, un’altra voce molto importante è dettata dal tipo di materiale utilizzato e alla lavorazione necessaria, per le finiture.

Un discorso a parte lo dobbiamo agli elementi sanitari e agli accessori. Come abbiamo visto i sanitari hanno costi molto diversi in base al brand e al design scelto. Inoltre, possiamo dotare il nuovo bagno di accessori particolari, come una doccia-sauna, una vasca idromassaggio, ecc..