Casa in stile moderno: le tendenze del 2021

Blog Italgres Outlet  

24 Agosto 2021

Casa in stile moderno: le tendenze del 2021

Lo stile moderno è quello che maggiormente sta caratterizzando le ultime tendenze in fatto di interior design. Una casa in stile moderno infatti, offre la possibilità di creare spazi ampi, luminosi, ordinati e confortevoli.

In questo articolo avremo modo di scoprire quali sono i 4 principali stili per una casa moderna, di maggior tendenza nel 2021. Forniremo anche alcune idee e soluzioni, così da potervi dare tutti gli strumenti necessari per una scelta che si avvicini maggiormente ai vostri gusti.

Ristrutturare casa in stile moderno

Siete stanchi dell’aspetto del vostro immobile? Magari lo avete acquistato come da capitolato dell’impresa, quindi senza alcuna personalità? Oppure, ha subito di recente un restyling non proprio in linea con i vostri gusti e le vostre esigenze? O semplicemente volete rinnovare la casa?

Bene, è arrivato il momento di prestare molta attenzione, poiché le scelte che faremo oggi dovranno rimanere per almeno qualche anno nell’ambiente in cui viviamo. Quindi, per non commettere degli errori dei quali potremmo pentirci una volta realizzati i lavori, è meglio valutare preventivamente alcune buone regole da seguire:

  • Scegliere uno stile omogeneo per tutti gli ambienti della casa. Evitare dunque, di dare uno stile diverso per ogni ambiente. Possibilmente estendere lo stesso stile agli ambienti esterni, come terrazze, balconi, patio, giardino, ecc..
  • Una volta scelto lo stile a cui ispiraci è bene applicarlo a tutti gli elementi della casa. Quindi pavimentazioni, pareti, arredi, complementi e accessori, devono essere selezionati partendo da uno stile ben preciso, in modo da creare ambienti omogenei. Un mix tra i diversi stili estetici crea disordine e priva la casa di quella armonia tra gli elementi, necessaria per renderla confortevole. Pertanto, se non seguiamo lo stesso stile rischiamo di ritrovarci una casa priva di una identità ben precisa.

Dunque, prima di procedere è bene chiarire qual’è la nostra percezione di casa ideale, su quale stile vorremmo puntare in base alle nostre esigenze quotidiane, e poi pianificare gli interventi sin dall’inizio.

Prima di andare avanti, è bene premettere che, per evitare di incorrere in errori e avere poi una casa che non ci soddisfa appieno, è sempre opportuno rivolgersi ad un professionista del design di interni. In questo modo, oltre ad avere una persona che può sbrigare eventuali pratiche amministrative, possiamo contare sui consigli di un esperto del settore.

Gli stili e le tendenze del 2021

C’è da premettere che un nuovo stile può essere conferito se si parla di ristrutturazione di un immobile, parziale o totale. Ovvero, l’intervento deve prevedere:

  • Scelte architettoniche. Ad esempio, ripensando alcuni spazi. Nei vecchi edifici troviamo ancora la suddivisione degli ambienti in camere che si affacciano in lunghissimo andito. Mentre, oggi si tende ad eliminare le barriere creando delle suddivisioni che si percepiscono, ma non chiudono la visione dell’insieme.
  • Scelte stilistiche. Partendo dai pavimenti e dai rivestimenti, come anche la tinteggiatura. Rivedere l’illuminazione, selezionare i mobili e gli elettrodomestici, gli accessori e i complementi di arredo.

Se non si parte da un intervento radicale, difficilmente riusciremo a dare una identità ben definita alla nostra casa. Ad esempio, una pavimentazione o un bagno di 30 anni fa, non ha molto in comune con le esigenze estetiche e funzionali attuali.

Vediamo quindi, quali sono gli stili più in voga in questo momento e quali scelte possiamo fare per avere una casa in stile moderno.

Stile classico contemporaneo

Se abbiamo un immobile inserito in un contesto storico o di pregio, lo stile classico contemporaneo è la soluzione che coniuga modernità con eleganza. Vediamo quindi, quali sono gli aspetti che caratterizzano questo stile.

  • Arredi minimal. Le linee sono semplici ed essenziali, senza fronzoli e decorazioni vistose.
  • Decorazioni classiche. Se sono già presenti modanature, bordi, cornici, sul soffitto, sulle pareti, sopra le porte, queste possono essere perfettamente integrate nel nuovo look. Oppure, possono essere create ad hoc per aumentare la quota di classico che vogliamo conferire alla nostra casa.
  • Colori neutri. Dai bianchi al marrone, dal grigio al blu.
  • In cucina e nei bagni, sono da preferire pavimentazioni e rivestimenti effetto marmo o effetto pietra.
  • Nel living e nelle camere da letto, si punta a pavimentazioni effetto legno.

Si ottengono così degli ambienti eleganti e raffinati, dei quali sarà molto difficile stufarci. Infatti, lo stile classico contemporaneo è uno dei più apprezzati dai designers moderni, in quanto riesce ad unire la praticità ad una soluzione estetica senza tempo. Ideale per chi cerca una casa funzionale, confortevole, ma anche bella da vedere.

Stile classico contemporaneo

Stile contemporaneo minimale

A differenza del classico, qui eliminiamo anche le modanature e le cornici, per ottenere ambienti semplici e lineari. Anche in questo caso i colori sono neutri, chiari e scuri, ma ben combinati tra loro senza eccessi.

Nello stile contemporaneo minimale, anche la disposizione degli ambienti gioca un ruolo importante. Si prediligono infatti architetture che favoriscano la luminosità, con ambienti aperti e spazi facilmente fruibili.

I punti luce sono perlopiù nascosti alla vista ed illuminano in modo diffuso l’ambiente.

Il risultato finale è una casa in stile moderno, dall’aspetto complessivo gradevole e rilassante. Ideale per immobili non molto grandi, che necessitano di un tocco di personalità, ma senza stravaganze.

Stile contemporaneo minimale

Lo stile contemporaneo chic

Si tratta forse dello stile più diffuso in assoluto negli ultimi tempi, in quanto si presta egregiamente per gli immobili di nuova, o comunque di recente costruzione.

In questo caso le decorazioni si fanno notare maggiormente, con soluzioni di design che apportano anche maggior personalità a tutta la casa. Ad esempio, con l’inserimento di una particolare lampada o quadro a parete. Ma anche la sistemazione di mensole porta oggetti, librerie a giorno, cuscini decorati, piante e fiori, o altro.

stile contemporaneo chic

Stile industrial chic

Nel nostro blog abbiamo trattato spesso lo stile industrial chic, in quanto risulta molto amato, soprattutto nei contesti urbani. Lo stile industrial prende spunto dagli appartamenti ricavati in edifici un tempo adibiti a fabbriche, oggi riqualificati e molto ricercati da un pubblico con buone possibilità economiche.

Lo stile industrial nasce per immobili che hanno una particolare architettura interna: come ampi spazi, soffitti alti, grandi vetrate e soppalchi. Questa geometria consente di poter utilizzare colori scuri, molto metallo, e soluzioni stilistiche dal carattere deciso.

Applicare queste peculiarità ad un normale appartamento non è così semplice. Per cui, per avere una casa in stile moderno, è bene fare riferimento allo stile industrial chic. Possiamo infatti smorzare il tutto, alternando materiali e colori, inserendo elementi di design che diano un risultato molto più gradevole e meno drastico.

Sarà sufficiente puntare su pavimentazioni chiare, come l’effetto legno, e rivestimenti come l’effetto cemento chiaro. In questo modo, non rischiamo di avere una casa della quale potremmo stufarci troppo presto.

Stile industrial chic

1